Ciao Renzi, e gli Acronimi #àStiOinPiccoleDosiInPillole

Ciao Renzi e ciaone Italia Viva! Lo saprà il senatore semplice, che su Twitter è gara di acronimi? Tipo:

Oppure:

E poi questa, in siciliano stretto:

Per il Nord abbiamo il PIRLA:

Ciao Renzi

Poi qualche risposta:

Ciao Renzi

Ciao Renzi, Ciaone al Bomba!

Ciao Renzi

Dopo tutte queste affermazioni d’affetto, mi domando seriamente come ci si sente da persona più odiata d’Italia. Poi però penso che quel 3% dell’elettorato che sostiene una persona che si crede superiore, necessita di ammirazione continua, non ha alcuna sensibilità per il prossimo, crede di essere speciale; vuole essere soddisfatto immediatamente in ogni sua richiesta, si crede meritevole di un trattamento speciale e non accetta critiche, prima o poi si accorgeranno che hanno sprecato la loro ammirazione per un povero piccolo uomo, affetto da disturbo narcisistico della personalità. E forse, ma solo i più intelligenti, penseranno che se lui è un narcisista, al quale hanno creduto, allora magari loro hanno uno schema relazionale disfunzionale da soccorritore. Poi forse si renderebbero conto che se mettessero da parte la loro sindrome da crocerossino e si concentrassero più su cosa sia veramente importante, allora finalmente potremmo andare avanti tutti. Quella sarà la fine per l’innominabile Matteo. Ciao Renzi e Ciaone Bomba!