Al comando con QAnon, Salvini, Berlusconi e Renzi

Intro: Stavo scrivendo questo pezzo e poi ci fu l’insurrezione al Capitol Hill

Ditelo pure che ho il sesto senso, altroché al comando con QAnon. Proprio nella ultima lettura di questo articolo, verso le nove di ieri sera, il TG mostra delle scene incredibili. Un orda di suprematisti, che si avvicinavano a Capitol Hill, il Campidoglio di Washington. Ovviamente la mia concentrazione se ne andò e rimasi incollata al televisore fino stamattina presto. Oggi il trumpismo conta 4 vittime, una nazione divisa, la presidenza Biden che risulterà una delle più difficili della storia e tutto durante una pandemia. Il sovranismo è fascismo in chiave moderna, ma fa gli stessi danni. Magari nel giorno del tricolore dovremmo pensare al sacrificio che partigiani e gente comune hanno fatto, purché oggi si possa vivere in assoluta libertà di espressione e sviluppo personale.

QAnon, Trump, Insurrezione, Capital Hill,

Torniamo all’articolo che volevo finire e forse oggi potremmo valutare tante cose in maniera più profonda.

Berlusconi, Salvini, Meloni con la Boschi e i NoVax in un governo?

Lo scenario politico che si sta stilizzando è proprio questo. Votazioni e poi via a governare il paese con tutti gli oppositori del governo. Antivaccinisti con Lobby del farmaco. Forza Nuova e CasaPound, in appoggio di Fratelli d’Italia, con Italia Viva. Gli europeisti di Forza Italia con i No-Euro e Italexit della Lega. Renzi con l’altro Matteo e tutto col benestare di Massoneria, Mafia, Ndrangheta e Confindustria. Manca solo il Presidente del Consiglio complottista di QAnon e gli scenari orrendi sono al completo.

Trump, Salvini, Capital Hill, Sovranismo, Ira Sociale

L’eredità di Trump e le conseguenze di essere al comando con QAnon

Per quanto assurdo appare lo scenario appena descritto, ma non è poi così impensabile, visto i continui appoggi di Meloni e Salvini ai NoVax, cosa che avevamo visto ieri. Di fatto l’ultradestra nostrana è già al comando con QAnon. Il mantra che i media di Berlusconi cercano di vendere ai loro consumatori (!), è quello del litigio continuo. Strategia già utilizzata durante il Conte1. Con l’indubbio successo di dividere e annientare il Movimento 5 Stelle. Indubbiamente farsi travolgere dalla tattica berlusconiana è sintomo di immaturità politica, secondo me. La strategia è stata ovviamente pianificata, motivo per cui forzisti, leghisti, renziani e meloniani si danno l’onore di visitare in carcere lo stratega della politica deviata degli ultimi 30 anni, il massone ex membro della P2, Denis Verdini. Torniamo alle liti, com’è strano che i media appena citati non parlano delle beghe dell’alleanza del centrodestra. Fa niente, ne parlo io.

Avevamo detto che 41% dell’elettorato è dichiaratamente NoVax

Un bottino ghiotto per l’opposizione. Abbiamo visto con quale tecnica i pifferai magici della destra eversiva fanno proselitismo tramite i canali social, cosiddetti indipendenti. CasaPound e ForzaNuova in testa, ma seguiti a ruota da Vox del vignettista assurdo Marione e Italexit del grillino per opportunismo Paragone. Parliamo quindi dei partiti sovranisti, che esattamente come in America, sfruttano l’onda anti scientifica e anti culturale dello Zeitgeist attuale. Come avevo detto, CasaPound appoggia la Lega di Salvini al Nord, mentre Forza Nuova è fortemente meloniana al sud. Chiamiamoli pure il braccio armato della destra. Scenario che conosciamo dagli Stati Uniti di Trump, dove i repubblicani sono appoggiati dai ultraconservatori cristiani di John-Henry Westen, anziché i suprematisti bianchi o gruppi eversivi come i Proud Boys, Combat18 e Arian Brotherhood. Le similitudini non finiscono qui. Trump ha spesso fatto riferimento a QAnon, in maniera più o meno esplicita e questo lo abbiamo visto fare anche dal Capitano dei leghisti. Un fatto che ha provocato le reazioni contrarie, non solo dell’alleato Berlusconi, ma soprattutto del proprio partito, dove la faida interna tra Zaia e Salvini non passa inosservata, nemmeno dalla stampa berlusconiana.

Al potere con QAnon per Trump cosa significa?

Oltreché negare l’evidenza del Covid in una prima fase, ha significato soprattutto sottovalutarne la pericolosità. Trump ha negato il virus persino quando fu lui stesso infetto e dovette subire una terapia abbastanza invasiva. Essere al Potere con QAnon però significa essere contro il buonsenso, oltreché credere in cose assurde, tipo il strapotere del Deep State, anziché la mafia pedofila dei democratici, detta “Pizza-Gate”. Il prendersi gioco della scienza e del metodo scientifico ha contribuito a fomentare l’odio sociale crescente negli USA. Il varco si apre tra le fasce della popolazione più istruite e meglio integrate, contro chi vive in periferia. Soprattutto i farmers, spesso tagliati fuori da infrastrutture di ogni genere, cultura, formazione ed integrazione sociale. Ovviamente sono le popolazione più inchine a farsi fagocitare dalla propaganda settaria di QAnon.

Essere al potere con QAnon significa essere sottomessi da una setta pericolosa!

Che QAnon è da ritenersi una setta, non lo dico io, ma per esempio il commissario per le sette della chiesa evangelica tedesca, il professor Matthias Pöhlmann. Trump, e presumo anche i nostri sovranisti, contano circa 20-27% dei propri elettori appartenenti all’estrema destra conservatrice, gli Alt-right. Questo significa che Donald Trump è già da tanto al potere con QAnon, anzi in quest’ottica le cose diventano più chiare. Pensate ad esempio al suo capo-stratega di campagna elettorale, che due anni fa fu messo da parte, Steve Bannon. Proprio lui, che poco tempo fa fu arrestato per frode, è portavoce di numerosi movimenti radicali di destra. Il suo “The Mouvment” in primis. I fondamentalisti cristiani sono alla fonte delle superstizioni di QAnon, anziché Proud-Boys e quindi gli amici di Forza Nuova e CasaPound. Antivaccinisti convinti, sostenitori di una chiesa cattolica fondamentalista anti-Bergogliana, antifemministi, separatisti razziali(!) ecc. In pratica i sostenitori di Meluzzi, per farvi un idea. Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, col forte legame con Steve Bannon, fa parte di questa area conservatrice, sovranista ed eversiva. Diamo in mano agli amici della Meloni delle armi e abbiamo gli ingredienti per una tempesta perfetta.

Torniamo a Renzi e perché lui sarà il traghettatore per un governo al potere con QAnon

La crisi di governo che stiamo vivendo da settimane è insostenibile. Qualcuno dovrà prendersene piena responsabilità, visto che ci espone al rischio pocanzi descritto. Un governo Berlusconi, Salvini, Boschi, Meloni e QAnon al potere, sarebbe pericolosissimo, ma purtroppo non è solo un ipotesi da film horror del genere di “The Clown”. Questa pagliacciata non fa ridere affatto. Siamo a conoscenza che 41% dell’elettorato è NoVax , di cui circa la metà è tendenzialmente sostenitore di tesi cospirative, ancora un terzo di questi conosce QAnon, oppure è su piattaforme cosiddette libere e circa 10% della popolazione crede convintamente alle loro teorie. Secondo me questa è una polveriera e Renzi farebbe bene a spegnere immediatamente quella maledetta miccia!

Renzi contro i populismi, al potere con QAnon

Annex 7 gennaio 2021 Capital Hill

Per concludere torno all’inizio di questo articolo. Come vedete stavo giusto descrivendo la pericolosità della situazione Italiana, quando il Campidoglio americano viene messo a ferro e fuoco. Io me la sentivo da un bel po’ che tutto questo potesse accadere. Ho paura che in Italia venga sottovalutato il rischio al quale siamo esposti e fidatevi Amici, non è finita!

GreatReset, 7gennaio, grande complotto, Twitter sospende l'account di @realDonaldTrump,